Google+

SEGUICI SU

 

 

Sei qui: HomeI ServiziSicurezza sul lavoro

Sicurezza nei luoghi di lavoro

siclavoro

Il D.Lgs. 81/2008, meglio noto come “Testo Unico sulla Sicurezza e Salute sul Lavoro”, rappresenta l’evoluzione della normativa di settore alla luce dei recepimenti delle direttive europee in materia ed in un’ottica di accrescimento della cultura della sicurezza “organizzata” che viene esplicitata in modo chiaro nelle direttive europee vari decreti hanno recepito nell'ordinamento italiano.

Il Titolo I del D.Lgs. 81/2008 individua gli adempimenti obbligatori a carico dei vari soggetti coinvolti nella organizzazione e gestione della sicurezza, in primis il datore di lavoro, inteso come “il soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore o, comunque, il soggetto che, secondo il tipo e l’assetto dell’organizzazione nel cui ambito il lavoratore presta la propria attività, ha la responsabilità dell’organizzazione stessa o dell’unità produttiva in quanto esercita i poteri decisionali e di spesa.” (cfr. art. 2, c. 1, lett. b), D.Lgs. 81/2008).

Destinatario della tutela è il “lavoratore”, inteso come “persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un’attività lavorativa nell’ambito dell’organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato, con o senza retribuzione, anche al solo fine di apprendere un mestiere, un’arte o una professione…”, ai sensi dell’art. 2, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 81/2008.

I “lavoratori” e le altre figure coinvolte nella gestione della sicurezza (compreso lo stesso datore di lavoro) sono destinatarie altresì dell’obbligo di formazione ed aggiornamento periodico.

 Il D.Lgs. 81/2008 esprime con chiarezza gli adempimenti in materia di sicurezza sul lavoro, i cui principali sono:

  • effettuare la valutazione dei rischi e redigere il relativo documento (DVR) (articoli 17 e 28);
  • nominare il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP); tale ruolo può essere assunto da un consulente esterno oppure il datore di lavoro stesso può svolgere direttamente le funzione di prevenzione e protezione purchè abbia adempiuto al requisito di aver frequentato un corso di formazione specifico di almeno 16 ore (articoli 17 e 31; accordi Conferenza S.R.EE.LL. del 26/01/2006 e 21/12/2011);
  • nominare gli addetti del primo soccorso e alla prevenzione incendi e gestione dell'emergenza; anche in questo caso (ma solo nelle imprese o unità produttive fino a cinque lavoratori), questi ruoli possono essere svolti direttamente dal datore di lavoro, sempre a seguito di specifici corsi formazione (articoli 45 e 46; accordo Conferenza S.R.EE.LL. del 21/12/2011);
  • attuare l’informazione, la formazione generale e la formazione specifica dei “lavoratori” (art. 36 e 37; accordo Conferenza S.R.EE.LL. del 21/12/2011);
  • attuare la sorveglianza sanitaria, laddove ricorra l’obbligo.

 

Vai all'inizio della pagina